Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




sabbia
sadness
sanchezheredia
SANDGLASSES (Clessidre)
santacecilia.berlioz
santacecilia.berlioz2
scandijazz
schema
scola
senor
settembre
seventh
sguardodellaltro
shadow
shadows
Shuffle Bach
sinfoniamundial
soap
soldier
solistifarnese
solistimedici
solo
solopiano
sonar
sonatine
soon
sortie
sourvivants
staatPick
stanza
start
still
suenoartemis
suenos
sufi
sufi00
suonoverde
surphase
surprisesdelamour


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 2003




STILL, THE CHILDREN ARE HERE
Teatro Palladium, 20, 21 novembre 2003 Regia Dinaz Stafford
Executive producer Roger King
Film producer Mira Nair
Musica Nitin Sawhney

Prodotto da Mirabai Film, nell’ambito del 25° anniversario dell’IFAD (Fondo Internazionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura), l’agenzia delle Nazioni Unite con sede a Roma che si occupa di sostenere le popolazioni rurali a superare la loro povertà, e in occasione dell’anno conclusivo (2004) del Decennio Internazionale ONU delle Popolazioni Indigene del Mondo.
Il documentario è finanziato con il sostegno dei governi di Giappone e Finlandia.
Prima nazionale

Questo documentario - prodotto da Mira Nair, sensibile cineasta indiana, e girato da Dinaz Stafford – racconta la vita delle delle popolazioni indigene dell’India nord-orientale e di come la loro cultura e la loro conoscenza stiano scomparendo sotto la pressione della globalizzazione.
Le popolazioni indigene sono continuamente espropriate delle loro terre per far posto a colossali progetti di sviluppo, oppure vengono allontanate da potenti interessi nazionali e internazionali che mirano a sfruttare foreste, acqua, minerali ed altre risorse naturali da cui le popolazioni indigene dipendono e che hanno a lungo gestito. In molti casi lo sfruttamento e la conseguente miseria hanno portato a conflitti etnici ed a una crescente violenza.
L’India nord-orientale è stata scelta come location del film poiché da queste terre provengono i più floridi raccolti di cibo, la cui varietà genetica è stata preservata grazie alla cura delle stesse popolazioni indigene.
Questa pratica millenaria nella gestione delle risorse naturali può dare molti insegnamenti al mondo: non solo per la protezione e lo sviluppo della biodiversità, ma anche per il conseguimento di una migliore qualità della vita fondata su valori etici, culturali e spirituali.
Dando modo ai poveri di parlare di loro stessi, il documentario della Stafford porta alla luce la cultura e le tradizioni delle popolazioni indigene, ma anche le loro inquietudini ed i cambiamenti cui sono soggetti e con cui, loro malgrado, sono costretti a confrontarsi.
Il film di Mira Nair e Dinaz Stafford è una singolare finestra su un luogo ricco di memoria e di storia, sempre rinnovata e riattualizzata nel rispetto della tradizione: è una storia creata dall’insieme da tante storie semplici e umane, in cui i poveri della terra confessano le ragioni della loro resistenza ad un mondo che fa di tutto per estinguerli.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008