Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




sabbia
sadness
sanchezheredia
SANDGLASSES (Clessidre)
santacecilia.berlioz
santacecilia.berlioz2
scandijazz
schema
scola
senor
settembre
seventh
sguardodellaltro
shadow
shadows
Shuffle Bach
sinfoniamundial
soap
soldier
solistifarnese
solistimedici
solo
solopiano
sonar
sonatine
soon
sortie
sourvivants
staatPick
stanza
start
still
suenoartemis
suenos
sufi
sufi00
suonoverde
surphase
surprisesdelamour


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1990




ANTICHE DANZE; THE MOOR’S PAVANE; DER GRÜNE TISCH
Villa Massimo, 25, 26 luglio 1990

Evento
Multimedia
Rassegna stampa

Kurt Jooss su Der Grüne Tisch
The Moor’s Pavane
Arte coreografica del novecentoEnsemble Staatstheater Am Gärtnerplatz di Monaco
Solisti Dinko Bogdanic, Johannes Huber, Tatjana Berini, Lioba Schoneck

ANTICHE DANZE
Coreografia Günter Pick
Musica Ottorino Respighi

THE MOOR'S PAVANE
Coreografia José Limon
Musica Henry Purcell

DER GRÜNE TISCH
Coreografia Kurt Jooss
Musica Fritz A. Cohen
Rielaborazione Anna Markard

L’esibizione a Villa Massimo del Balletto di Monaco conclude il Festival e completa l’ampia panoramica sulla cultura tedesca contemporanea compiuta da questa edizione 1990, anche grazie al determinante contributo del Goethe Institut.
La compagnia, diretta da Günter Pick, propone un programma composito e prezioso, che apre con un lavoro recente dello stesso Pick e prosegue portando sulla scena due classici della danza del Novecento come La pavana del Moro (1949) e, soprattutto, Il tavolo verde (1932): mentre il primo, firmato dal coreografo di origine messicana José Limon, rielabora la vicenda dell’Otello shakespeariano in un quartetto che fece epoca, Il tavolo verde rimane uno dei capolavori assoluti di Kurt Jooss, nonché vertice della danza espressionista tedesca. Ispirata alla serie di dipinti della “Danza della morte” di Lubecca e divisa in otto quadri, l’opera di Jooss è un violento atto antimilitarista, quanto mai attuale negli anni immediatamente precedenti l’avvento del regime nazista, che infatti si affrettò a metterlo all’indice. A tramandare la memoria della coreografia del maestro tedesco, rielaborando il balletto per la compagnia, è la stessa figlia di Jooss, Anna Markard, custode attenta e vigile delle opere del padre.


indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008