Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




sabbia
sadness
sanchezheredia
SANDGLASSES (Clessidre)
santacecilia.berlioz
santacecilia.berlioz2
scandijazz
schema
scola
senor
settembre
seventh
sguardodellaltro
shadow
shadows
Shuffle Bach
sinfoniamundial
soap
soldier
solistifarnese
solistimedici
solo
solopiano
sonar
sonatine
soon
sortie
sourvivants
staatPick
stanza
start
still
suenoartemis
suenos
sufi
sufi00
suonoverde
surphase
surprisesdelamour


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1999




THE STORY OF A SOLDIER
Opera letta, recitata e danzata
EX Mira Lanza – India, 22, 23, 24 ottobre 1999 Regia Peter Sellars
Testo Testo originale di C.F. Ramuz totalmente rielaborato da Gloria Enedina Alvarez
Musica Igor Stravinskij
Scene Gronk
Costumi Gabriel Berry
Disegno luci James F. Ingalls
Coreografia Donald Byrd
Produttore Diane J. Malecki
Direttore di palcoscenico Elizabeth Burgess
Direzione musicale Grant Gershon
Ensemble Avanti! Chamber Orchestra

Interpreti (attori) Lupe Ontiveros (narratore), Alex Miramontes (soldato), Omar Gómez (Diavolo), Tiana Alvarez (principessa)
Interpreti (musicisti) Jyrki Hiilivirta (controbbasso), Sami Koskela (percussioni), Kari Kriikku (clarinetto), Valtteri Malmivirta (trombone), Pasi Pirinen (cornetta), Jussi Särkkä (fagotto), Hannu Vasara (violino)

Staff di produzione
Direttore di produzione Kevin Higa
Direttore di compagnia Julia Carnahan
Supervisore guardaroba / assistente direttore di palcoscenico Loren Bevans
Ingegnere audio Antti Murto
Aiuto regia Pete Galindo

Recitato in inglese e spagnolo con sovratitoli

Questa produzione è stata commissionata e presentata dal Los Angeles Philarmonic nel gennaio e settembre 1999

Mescolando diversi tipi di linguaggi musicali, dall’impressionismo al politonalismo dal jazz alla musica da cabaret, Stravinskij compose l’Histoire du soldat su libretto di Ramuz nel 1917, mentre era in esilio a Ginevra: l’opera, pensata per un’orchestra di soli sette elementi e per essere realizzata con mezzi ridotti su qualsiasi tipo di palcoscenico, si presenta dunque come la fusione fra una nuova idea di teatro e la musica “moderna”. Affascinato dall’energica musica del compositore, in grado anche di inglobare la cultura popolare, e dalla dimensione “democratica” della sua opera, per l’uguale spazio lasciato a tutte le sue componenti, Peter Sellars affronta l’Histoire du soldat mettendo l’accento sull’aspetto sociale e politico e avvicinandola alla situazione della East Los Angeles, dove una buona percentuale della popolazione è emigrata dai paesi del sud America. Se infatti le note scritte da Stravinskij non subiscono variazioni nell’interpretazione musicale dell’ensemble finlandese Avanti!, il regista lavora profondamente sul testo proprio con la comunità dei Latinos, affidando le parti a non attori e facendo riscrivere il testo di Ramuz dalla poetessa chicana Gloria Enedina Alvarez.
La vicenda è dunque trasportata ai giorni nostri, ed un emigrato in America da El Salvador, di ritorno dalla guerra in Kosovo, veste i panni del soldato protagonista: il diavolo lo tenterà con le predizioni delle quotazioni di borsa, mentre la principessa, che gli darà figli di diverse razze, è la figlia del presidente del Messico.
L’allestimento è semplice, come nell’originario progetto di Stravinskij, ed è affidato al celebre graffitista Gronk, che realizza numerosi fondali dipinti ed un siparietto che scorre su ganci per dividere ogni sequenza.
Nella rilettura di Peter Sellars, The story of a soldier diventa quindi una storia emigrazione e di sradicamento culturale, in cui l’atto stesso della messinscena si trasforma in un vero e proprio rito comunitario.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008