Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




sabbia
sadness
sanchezheredia
SANDGLASSES (Clessidre)
santacecilia.berlioz
santacecilia.berlioz2
scandijazz
schema
scola
senor
settembre
seventh
sguardodellaltro
shadow
shadows
Shuffle Bach
sinfoniamundial
soap
soldier
solistifarnese
solistimedici
solo
solopiano
sonar
sonatine
soon
sortie
sourvivants
staatPick
stanza
start
still
suenoartemis
suenos
sufi
sufi00
suonoverde
surphase
surprisesdelamour


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 2004




SADNESS; FRIEND OF DOROTHY;
BLOOD LINKS
Teatro Palladium, 3, 5, 6 novembre 2004 SADNESS
Monologo e multivisione fotografica
William Yang
Musica Stephen Rae
Durata 90 minuti (senza intervallo)
3 novembre

FRIENDS OF DOROTHY
Monologo e multivisione fotografica
William Yang
Musica Simon Hunt
Durata 90 minuti (senza intervallo)
Questo spettacolo contiene foto di nudo ed è consigliato ad un pubblico adulto.
5 novembre

BLOOD LINKS
Monologo e multivisione fotografica
William Yang
Musica Stephen Rae
Durata 90 minuti
6 novembre

In collaborazione con Teatro Palladium Università Roma Tre
Toured by Performing Lines

Dopo Shadows (2003), William Yang torna al Romaeuropa Festival con tre lavori, Sadness, Friends of Dorothy e Blood links che ne costituiscono una sorta di retrospettiva biografica e poetica.
Partendo infatti dalla sua esperienza personale di cinese, omosessuale ed australiano mai riconosciuto, Yang crea i suoi singolari monologhi illustrati, dove le diapositive – suoi scatti o tratti dall’album di famiglia - ritraggono volti, istanti, impressioni e storie.
E così Sadness, opera incentrata sulla morte e la famiglia, rievocando l’incontro con i parenti cinesi ed il lontano assassinio di uno zio avvenuto nel 1922 – rimasto impunito perché lui era cinese, mentre l’assassino era un bianco -, ripercorre parallelamente anche gli scenari di morte che hanno accompagnato l’epidemia di AIDS che colpì la comunità gay di Sidney. E se Blood links rimane nuovamente sulla famiglia raccontando l’avventura dei nonni provenienti dal sud della Cina e approdati in Australia, dove rimasero isolati a lungo a causa del razzismo della comunità bianca, Friends of Dorothy lascia emergere una diversa forma di emarginazione rivisitando il mondo sotterraneo e sconosciuto delle sottoculture gay di Sidney.
Ma William Yang, non si ferma al personale ed attraverso la storia individuale riesce a raccontare una dimensione ben più ampia della quotidianità di ciascun individuo: la voce ed il corpo restano fermi, imperturbabili, solo a tratti la staticità viene spezzata, quando l’autore si volta verso gli schermi che proiettano le foto del suo album familiare.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008