Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




pahki
pandora
Panorama Bar/Ostgut Ton showcase feat. Marcel Dettmann&Prosumer live set dj set
pansonic
parade
paradis
parnaMozart
peony
percorsi
pericolodella
perseo
pictures
Playing the Piano
pli
pollet
porca
portraits
Pour tout l’or du monde
powerbook
poznan.penderecki
principessaMI


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1992




IL PERICOLO DELLA FELICITÀ
Teatro Argentina, 5 luglio 1992
Evento
Rassegna stampa

Scelsi: la musica come primo movimento dell’immobile
Dioniso e l’Oriente secondo Cosimi
Il pericolo della felicità
Coreografia e regia Enzo Cosimi
Musica Giacinto Scelsi
Scene Luigi Veronesi
Costumi Miuccia Prada
Danzatori Corinna Anastasio, Rachele Caputo, Enzo Cosimi, Luigi Doddo, Valentina Marini, Franco Senica
Luci Luca Storaci
Fonica Alessandro Discaccianti
Direzione di scena Emilio Campolunghi
Amministrazione Rosanna Marsili Libelli
Promozione Francesco Cantalupo
Foto Paolo Porto

Coproduzione Teatro Comunale A. Ponchielli, Compagnia di danza Enzo Cosimi Occhesc, nell’ambito del Progetto Neoclassico

Lo spettacolo conferma la linea poetica del coreografo-regista, ovvero il desiderio costante di scavare nel labirinto della psiche a partire da un proprio stato mentale più che da una trama vera e propria, e la scelta di comunicare, in forma di movimento, visioni piuttosto che storie.
Con una coreografia nella quale la gestualità è fisica e primordiale, Enzo Cosimi evoca sulla scena un sentimento di felicità che non può essere confuso con un banale stato euforico. Strutturato secondo un’architettura rigida, lo spettacolo raggiunge un esemplare rapporto di equilibrio sia con la scenografia astrattista, progettata dal pittore Luigi Veronesi, sia con la musica di Giacinto Scelsi, al centro della quale, più della struttura compositiva, vi è l’intuizione musicale.
L’azione si suddivide in una serie di quadri animati da ritmi altalenanti, a tratti rabbiosi a tratti severi, avvolti quasi da un’aura di sacralità. All’interno di uno spazio scenico molto ampio sono situati elementi geometrici luminosi: i sei ballerini, tra i quali lo stesso Cosimi, eseguono complessi movimenti plastici, contorsioni e contrazioni che costringono i corpi ad una azione misurata dei muscoli. Avvolto in una luce purpurea, l’ultimo quadro vede discendere i corpi dei danzatori, appesi a funi, verso la conquista della pericolosa felicità di un bacio appassionato e, sul sipario che si chiude, ognuno di essi resta intrappolato nell’infinito gioco dell’enigma, finale aperto o circolare, come nel tempo illogico delle emozioni.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008