Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




pahki
pandora
Panorama Bar/Ostgut Ton showcase feat. Marcel Dettmann&Prosumer live set dj set
pansonic
parade
paradis
parnaMozart
peony
percorsi
pericolodella
perseo
pictures
Playing the Piano
pli
pollet
porca
portraits
Pour tout l’or du monde
powerbook
poznan.penderecki
principessaMI


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1998




PARADIS
Teatro Olimpico, 10, 11 ottobre 1998
Evento
Rassegna stampa

Assoggettare la tecnologia al desiderio
Intervista a Montalvo
Coreografia e concezione visiva José Montalvo
Assistente alla coreografia Dominique Hervieu
Danzatori Walid Boumhani, Delphine Caron, Laurent Chedri, Dominique Hervieu, Joëlle Iffrig, Chantal Loïal, Mélanie Lomoff, Moktar Niati, Merlin Nyakam, Bobo Pani con la partecipazione di Marquis Pauwells ed il suo cane Binic
Musica Antonio Vivaldi, Jean-Philippe Rameau, dj Tal
Ambiente sonoro Bertrand Neyret
Luci Christophe Pitoiset, Robert Mlakar
Direzione tecnica Yves Favier
Immagini e regia video Pascal Minet, Samuel Carré
Regia di palcoscenico Muriel Dornic, Juliette Lheman
Regia luci Thomas Godefroid, Vincent Paoli
Regia suono Bertrand Neyret, Anne Bouchicot, Thierry Planet
Responsabile di produzione Anne Sauvage

Produzione La Maison de la Danse Lione 1997
Co-produzione Biennale Nationale de la Danse du Val de Marne, Théâtre Municipal Jean Vilar de Vitry sur Seine, Association Variasol / Compagnie Montalvo-Hervieu, con il sostegno del Théâtre Jean Vilar, Suresnes.
Tournée internazionale DLb Performing Arts - Didier Le Besqueù

Collage di immagini virtuali che si amalgamano alla danza senza soluzione di continuità, Paradis mette in scena danzatori che interagiscono fra di loro, con proiezioni video su tende bianche - unico elemento scenografico sul palco - che hanno a soggetto le loro stesse movenze e persino con animali. Immersi in un paesaggio sonoro che spazia dall'hip-hop ai ritmi afro-haitiani, a Vivaldi, a Rameau fino ad includere sonorità d'ambiente, essi portano con sé movimenti di danza altrettanto eterogenei - dalla break dance al grand-jeté. Una molteplicità che si riflette nella stessa molteplicità dei luoghi e delle tradizioni da cui provengono i danzatori della Compagnia Montalvo: ognuno con il proprio stile e la propria tecnica.
Il gioioso multiculturalismo che accompagna e nutre la creazione di José Montalvo e Dominique Hervieu (la cui collaborazione è ormai ultradecennale) è una cifra stilistica, estetica ed ideologica riscontrabile in tutte le creazioni dei due coreografi: ma in Paradis, permettere a ciascun artista di esprimersi secondo la propria tecnica con rapidità e precisione, senza essere in competizione con gli altri, anzi in costante dialogo con chi gli si trova vicino, ha consentito la creazione di una coreografia che suona come una partitura musicale percorsa da un ritmo sempre travolgente e luminoso. Il pubblico viene così investito dalla meraviglia di una danza che genera una comicità fisica di estrema leggerezza, un'armonia che appare priva di costruzione ed un'immeditezza trascinante seppure frutto di una struttura ferrea.
Montalvo racconta di essere stato colpito, ancora adolescente, dalla storia di Robert Desnos, attivo nella resistenza Agir e arrestato nel '44 per essere poi deportato nel campo di Floha. Lì, nelle ore più drammatiche, Desnos leggeva la mano dei suoi compagni, predicendo ad ognuno stravaganti avventure; si formavano delle file per ascoltarlo. «Paradis», dice Montalvo, «potrebbe essere un omaggio molto umile a tutti coloro che anche all'inferno sanno donare la parte più luminosa di loro stessi».


indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008