Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




ma
Madeleine
mahabhaCine
mammame
Mannarino dj guests Bar della Rabbia Groove live concert dj set
Marc Ducret in concert
mariacallas
martha
martiredesaintsebastien
mass
melies
melologo
METAL MUSIC MACHINE
METROPOLIS
mihannovistobaciare
missione
missk
mix
MO
monsters
morais
morgana
mortderire
mostrabors
musica900
musicaeliberta
musicafarnese
musicamed
musicarussia
musicaXXI
musicaXXI02
musicaXXI03
musichedellarivoluzione
musichediff
musichestep
musicheviag


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1989




LE MUSICHE DELLA RIVOLUZIONE
Villa Medici, 18, 19 luglio 1989
Evento
Rassegna stampa

Sinfonia detta “Di Parigi”
Musica e Rivoluzione Francese Musica W.A. Mozart (Sinfonia detta Di Parigi in re maggiore), Giuseppe Maria Cambini (Sinfonia Concertante: La Patriote), Étienne-Nicholas Méhul (Sinfonia N. 1 in sol minore; Sinfonia N. 2 in re maggiore)
Direzione musicale Marc Minkowski
Ensemble Les Musiciens du Louvre

All’interno dei festeggiamenti per il bicentenario della Rivoluzione Francese, a cui è interamente dedicata questa edizione 1989 del Festival, Romaeuropa propone un concerto che raccoglie l’opera di alcuni compositori gravitanti, spesso per motivi diversi, nella Parigi degli anni echeggianti di impulsi rivoluzionari.
Mozart da Salisburgo, Cambini dall’Italia e il francese Méhul, che forse più di tutti ha legato il proprio nome agli ideali giacobini, seppero nutrire la loro musica con il particolare temperamento che circolava nella capitale in quel tempo: di Mozart viene eseguita la Sinfonia detta “Di Parigi”, frutto del contrastato rapporto con l’impresario Jean Le Gros; di Cambini, che occupava un posto di rilievo nel periodo rivoluzionario (arrivando a scrivere gli inni per le grandi feste organizzate da David), la Sinfonia Concertante: La Patriote (1796), capace di citare le stesse note della marsigliese e vero e proprio saggio dell’incontro fra la musica rivoluzionaria e la “Sinfonia concertante”. La Sinfonia N. 1 in sol minore (1808) e la Sinfonia N. 2 in re maggiore (1808 – 1809) del rinato Mèhul hanno chiuso infine il programma, affidato all'interpretazione dell’ensemble Les Musiciens du Louvre, specializzato nel repertorio barocco e noto per l’utilizzo nei suoi concerti di strumenti rigorosamente d’epoca, necessario veicolo alla resa perfetta delle qualità sonore che tale partiture esigono.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008