Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




labeque
La Buona Novella
Lamb Live Set
largo
lateralpass
leparc
lesarts
lesne
Le temps emprunté
lettere
libroinscene
libroinvoce
libroinvoceVed
liszt
lizzani
louves
love
Love is my sin


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1994




LE PARC

Giardino del Museo degli strumenti musicali,
19, 20, 21 luglio 1994

Evento
Rassegna stampa

Decoupage del balletto
Le Parc
Coreografia Angelin Preljocaj
Musica Wolfgang Amadeus Mozart
Elaborazione sonora Goran Vejvoda
Scene Thierry Leproust
Costumi Hervé Pierre
Luci Jacques Chatelet
Produzione Opéra Garnier
Compagnia Ballet de l’Opéra National de Paris
Danzatori Isabelle Guérin, Laurent Hilaire, Clotilde Vayer (19 luglio), Elisabeth Maurin, Manuel Legris, Clotilde Vayer (20 luglio), Isabelle Guérin, Laurent Hilaire, Clotilde Vayer (21 luglio), i solisti del Ballet de L’Opéra National de Paris.
Il balletto è stato creato per l’Opéra Garnier dove è andato in scena il 9 Aprile 1994
La serata del 21 luglio è in collaborazione con Crédit Foncier de France
Ministere de la culture et de la Francophonie – D.A.I

La creazione di Angelin Preljocaj per il Ballet de l’Opéra de Paris racconta il percorso e le strade dell’amore da un prospettiva che muove dalla cultura settecentesca. In un giardino, presieduto da quattro giardinieri-demiurghi, in un certo senso maestri cerimonieri, si svolgono le schermaglie amorose di Le Parc. Sulla musica di Mozart e rievocando le atmosfere dei romanzi che più di tutti hanno veicolato l’immagine della geografia sentimentale e degli intrighi d’amore del XVIII secolo - Le relazioni pericolose di Choderlos de Laclos, La principessa Cléves di Madame de Lafayette e La Clélie di Madeleine de Scudery, con la sua mappa della tenerezza -, il coreografo disegna la sua personale strada del sentimento amoroso: dal primo incontro, ai giochi di seduzione, alle piccole schermaglie, ai rifiuti, fino al sensuale e passionale abbraccio finale. In un singolare gioco di forme, la leggerezza e la levità del movimento alternate ad azioni brusche e fratturate, traducono il bisogno di amare e di essere amati, manifestando anche gli aspetti più carnali della passione amorosa.
Le parc (come anche il gioco d’amore) vive così della sua doppia anima: un mondo fiabesco ed elegiaco, ma anche, come raccontano le forme stilizzate di Thierry Leproust, un orizzonte più sofferto e contrastato.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008