Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




jardin


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1999




LE JARDIN IO IO ITO ITO
Teatro Olimpico, dal 13 al 18 novembre 1999
Evento
Rassegna stampa


Montalvo su Le Jardin...
Battisti su Le Jardin...

Coreografia e ideazione video José Montalvo
Coreografo associato Dominique Hervieu
Ensemble Compagnie Montalvo - Hervieu
Musica Antonio Vivaldi, Wiseguys, Lunatic Calm
Luci Christophe Pitoiset
Costumi Alexandra Bertaut
Direzione tecnica Yves Favier
Immagini e regia video Pascal Minet
Regia video Samuel Carre
Testo grafico Agnes Billard, Julien Delmotte
Regia luci Vincent Paoli, Thomas Godefroid
Regia suono Bertrand Neyret
Costruzioni accessorie Jean-Paul Bonnefond
Sarta Céline Favier
Direzione prove Veronique Dupont
Amministrazione Anne Sauvage
Logistica di tournée Priscilla Ayorisejo

Interpreti Arlequin, Salah Benlemqawanssa, Walid Boumhani, Delphine Caron, Mario Chard, Court-Circuit, Clarisse Doukpe, Ahmed El Jattari, Marjorie Hannoteaux, Blaise Kouakou, Erika La Quica, Chantal Loïal, Mélanie Lomoff, Bruno Lussier, Sabine Novel, Merlin Nyakam, Valérie Sangouard, Zheng Wu

Produzione Maison de la danse de Lyon, Théâtre de la Ville/Paris, Atelier Chorégraphique National - le Théâtre Scène Nationale de Narbonne, Centre Chorégraphique National de Créteil e du Val-de-Marne/Cie Montalvo-Hervieu. Con il sostegno di Mécénat de la Caisse des Dépôts et Consignations et de la Maison des Arts de Créteil

Si ringrazia SupInfoCom e Cirque Joseph Bouglione, Il Centre Chorégraphique National de Créteil e du Val-de-Marne / Compagnie Montalvo-Hervieu è sovvenzionata dal Ministere de la Culture et de la Communication DRAC Ile de France, Le Conseil General du Val-de-Marne et la Ville de Créteil.
Riceve il sostegno dell’AFAA Association Française d’Action Artistique Ministère des Affaires Étrangères per le tournée all’estero.

Dal ricordo delle feste organizzate dalla nonna, dove ogni invitato si esibiva in piccoli numeri di canto o ballo, José Montalvo dichiara di prendere spunto per la composizione di Le jardin io io ito ito. Ma i riferimenti si spingono fino al movimento dadaista e al Cabaret Voltaire, nonché all’opera di Max Ernst, che accosta, utilizzando tecniche diverse, gli elementi più disparati senza alcun nesso logico apparente: anche il titolo, “io io ito ito”, è un gioco di parole usato dall’artista tedesco per indicare il piacere dell’adolescente che inizia a conoscere il sesso, a sua volta ripreso dagli Uccelli di Aristofane. Arriva dunque alla ribalta una tribù di ballerini capace di creare velocemente un mosaico di linguaggi che spazia dal circo alla danza tradizionale cinese e africana, dal flamenco alla break dance e all’hip hop, dalla danza classica alla contemporanea, in nome di un dialogo creativo tra damzatori di estrazione diversa e di un gioioso cosmopolitismo che rispecchia la società contemporanea. Ma José Montalvo, come è consuetudine per la compagnia fondata con Dominique Hervieu nel 1985, gioca anche con immagini virtuali, manipolandole fino a creare uno spazio illusorio perfettamente integrato con la coreografia, tanto da comporre duetti tra ballerini e immagini di replicanti e animare il palcoscenico di strani personaggi metà uomini e metà animali. Una festa di forme, insomma, in cui si lascia fuori la paura del diverso.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008