Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




gardenparty
gewege
giovanna
giro
Glass Tooth
go
granballo
grandtour
GRCOP.beethoven
GRCOP.inlets2
great
gruppiemusiche
gruppostrumentale
guardiano


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1993




GRAND TOUR CINEMA
Rassegna di cinematografia europea
Cinema Alcazar, dal 12 al 23 luglio 1993
Evento
Programma

A cura di Claudio Masenza, Flavio Merkel

La rassegna cinematografica Grand Tour Cinema ha presentato una nutrita serie di produzioni cinematografiche di matrice europea. Il titolo della rassegna, in sintonia con il tema guida di questa edizione 1992 del festival, vuole evocare l’idea e la prospettiva stessa di quel tour di settecentesca memoria che portava, attraverso il viaggio per i paesi europei, alla conoscenza, per il viaggiatore, di culture, mondi e tradizioni del vecchio continente. Il cinema, finestra sul mondo, diventa ora il personalissimo tour che ciascuno spettatore può decidere di compiere – sempre consapevole di guardare, però, attraverso lo sguardo dell’altro. Tale dunque l’idea all’origine di questa bella rassegna che raggruppa numerosi film di cui molti in anteprima: si va dunque dal ritratto dello straordinario ed affascinante filosofo viennese dipinto da Derek Jarman nel suo omonimo Wittgenstein, ad un altro ritratto, questa volta dell’intellettuale còlto nella sua impotenza, firmato da Bernardo Bertolucci con il suo Partner, passando attraverso un amore giocato fra due gemelle (Demasiado corazón di Eduardo Campoy), l’infrangimento di tutti i tabù sociali nell’intimità delle mura domestiche (The cement garden di Andrew Birkin), la negazione di ogni principio di vita borghese, pur conservandone le apparenze (Vieille Canaille di Gerard Jourd’hui), o infine la dolorosa scelta fra la passione religiosa e l’impegno politico (Daenes di Stijn Coninx).
I curatori hanno proposto inoltre, al fianco di questa selezioni di produzioni cinematografiche europee, una scelta di cortometraggi – genere che difficilmente trova una sua distribuzione nelle sale -, privilegiando, questa volta, quelli firmati da registi italiani tra i quali Roberto Brambilla, Silvio Soldini, Sandro Baldoni, Valerio Andrei e Roberta Torre.
E poiché la città di Roma restava la meta privilegiata di quel Tour del XVIII secolo, Masenza e Merkel hanno voluto restituire, attraverso il cinema, uno sguardo decentrato sulla città: non le rovine, né le vie centrali, ma la periferia, i quartieri popolari che tanto Pasolini aveva raccontato e descritto con voce lucida, toccante e visionaria. Attraverso le vicende notturne di un gruppo di ladruncoli (La notte brava di Mauro Bolognini), il vagabondare di un uomo comune tra gli immigrati ed i delinquenti delle periferie (Un’altra vita di Mazzacurati), la storia del venditore di profilattici sull’ape sgangherata tra transessuali e viados (L’uomo dei guanti di Cristiano Bortone) o infine il confuso girovagare in un giorno estivo di un singolare spacciatore (Fuori dal giorno di Paolo Bologna), emerge una realtà spessa e pesante che si affianca prepotentemente alla raffigurazione della città eterna, bellissima ed indipendente dalle vite altrui, nelle sue millenarie rovine.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008