Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




faust
faust3.0
FAUST-SYMPHONIE
festadellamusica
festaref
festaref02
festaref04
festaU
fine
firstext
fiumedimusica
Flocking
focus
foi
foranend
foray
fram
framerate0_primo esperimento
frauenballet
frontiere


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1993



FIUME DI MUSICA
Suoni, luci, fuochi nella notte
per un Tevere vivo
Roma, 5 luglio1993
Evento
Rassegna stampa

Programma
Concerto itinerante sul Tevere
Note di regia
Progetto Daniele Abbado (regia) e Piero Milesi (musiche originali)
Coordinamento artistico e musicale Michele Dall’Ongaro
Responsabile produzione tecnica Saverio Genovese
Responsabile organizzativo Vincenzo Cavaliere
Regista collaboratore Luca Scarzella
Assistente alla regia Alessandro Pestalozza
Collaborazione artistica Guido Levi
Immagini Antonia Mulas, Mario Sasso
Progetto immagini Daniele Abbado, Luca Scarzella
Ricerca e coordinamento immagini Ferruccio Nobile Migliore
Figurazioni pirotecniche Valerio Festi
Segreteria organizzativa Sabrina Cavatorta
Coordinamento tecnico e noleggio materiali Alcatraz – Roma

In collaborazione con Ministero della Difesa, Capitaneria di Porto di Roma, Comune di Roma - Ufficio Speciale Tevere e Litorale, Rai Radiotre, Tevere Expo, La Repubblica, Circoli Canottieri (Affari Esteri, Aniene, Tevere Remo, Roma, Tirrenia Todaro), Associazione Ambientalista Marevivo-Tevere vivo
Si ringrazia ENEL per la gentile concessione dei moduli d’illuminazione, EcoTevere di Giulio Bendandi e Augusto Moroni, per l’assistenza fluviale, a Pino e Alfredo per le barche “Gianicolo” e “Barbara”, Monsignor Canciani, a Gino Castaldo ed Ernesto Assante per il coordinamento dei gruppi musicali rock romani.

I luoghi dei concerti Il Tevere, l’isola Tiberina, Tevere Expò, Lo scalo de Pinedo, argine di Lungotevere della Vittoria, i circoli canottieri: Aniene, Tirrenia, Todaro, Roma, Tevere Remo

Quattro ore di musica lungo un percorso che, fisicamente, attraversa Roma, un “non luogo” popolare, dimenticato e in decadenza, il Tevere, o “biondo Tevere”, come lo chiamano i romani.
Suoni, luci, immagini, fuochi d’artificio hanno creato una anomala scenografia per questo spazio abituato ad essere, da un secolo circa, ai margini della città, mentre prima – prima della costruzione degli argini – ne era una funzione attiva.
A partire dall’isola Tiberina, e fino all’argine in corrispondenza del Museo del Genio, tre grandi barche, circondate da canoe dei circoli sportivi, hanno risalito il fiume: sulle barche, svariati gruppi musicali hanno creato la loro musica interagendo, secondo il progetto musicale di Pietro Milesi, con gli effetti registrati ovvero i suoni della città quali campane, sirene, rumori d’acqua, macchine, motori. Lungo la navigazione alcune tappe hanno tentato un dialogo con la terra ferma dove altri palcoscenici ospitavano svariate dimensioni sonore. Le immagini, proiettate, di Antonia Mulas e Mario Sasso costruivano intanto una scenografia, mentale, senza soluzione di continuità.
Oltre venti i concerti presentati da altrettante associazioni cittadine che hanno liberamente spaziato dalla musica classica al jazz, al rock, al folk, al reggae fino alla latino-americana, al funky ed al rap: ancora una volta, accanto alla festa, il desiderio di dare un giusto spazio alle molte realtà musicali che animano la capitale.



indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008