Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




CANTO FERMO INCANTO - B-A-C-H L ARTE DELLA FUGA
cabiria
calambre
callcalmo
cantastorie
cantateinscena
cantico
Cantieri TEMPS D'IMAGES 2009 e Temps d'écoles d'images
cantoesiliato
cantosard
carmen
casa
casadesusDukas
Cassius dex n fx full live set
cavalieri
celluloidflesh
cerv
chaslinDusapin
cher
children
chronica
cinelatino
cinemaerivoluzione
circulodemadrid
city
compAccademia
compositorivilla
concerto2e2m
concertoambrosini
concertomaras
concertoRAI
concertoterracini
conf
contemp97
contemp99
Corbeau
correvacome
cost
cyp


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1986




COLONNA SONORA PER UNA ENSEMBLE IN CRESCENDO
Villa Medici – Giardinetto, 5 luglio 1986
Evento
L'esplosione del rtimo
Strano destino
Musica Fulvio Maras
Coordinamento musicale Gianluca Ruggeri
Organizzazione Teorema Snc / M. Pasquini
Interpreti Fulvio Maras (timpani, vibrafoni, marimba, batteria, batteria elettronica, sequencer computerizzati, percussioni), Pietro Dall’Oglio (percussioni), Alfredo Minotti (percussioni), Francesco Puglisi (basso), Paolo Iuric (pianoforte), Checco Marini (sassofono), Caludio Pacifici (sassofono), Ciccio Arduini (sassofono), Alfredo Posillipo (trombone), Massimo Nunzi (tromba), Enrico Fineschi (tromba)

Durata 60 minuti circa

In linea con lo spirito della sezione Colonne sonore, Fulvio Maras esegue dal vivo, in prima assoluta, alcune delle musiche composte per il palcoscenico, tra cui dei brani tratti da Bagni acerbi e Barmoon, di Fabrizio Monteverde, e dalle coreografie di Bob Curtis e Tiziana Starita. Il concerto non prevede un ensemble fisso, ma un vero e proprio alternarsi sul palco di diversi musicisti che al fianco delle percussioni di Maras, formava di volta in volta un settetto, un trio ed infine, dopo un assolo, una vera e propria Big Band.
Maras, come molti dei suoi colleghi presenti a questa edizione del festival, sperimenta volentieri le sonorità sintetiche dei sequencer, delle tastiere e della batteria elettronica, ma sempre con l’obiettivo di ottenere un sound caldo e coinvolgente, capace di restituire tutto il valore primigenio e tribale delle percussioni. «La banda porta con sé l’attualità dell’uomo evoluto e il ricordo della tribù che ha mosso le prime note», scrive Gabriele Rifilato nella sua presentazione, «La musica di Maras ha questi fuochi. E lui stesso ama visualizzarli, e non crearsene solo un concetto».

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008