Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




CANTO FERMO INCANTO - B-A-C-H L ARTE DELLA FUGA
cabiria
calambre
callcalmo
cantastorie
cantateinscena
cantico
Cantieri TEMPS D'IMAGES 2009 e Temps d'écoles d'images
cantoesiliato
cantosard
carmen
casa
casadesusDukas
Cassius dex n fx full live set
cavalieri
celluloidflesh
cerv
chaslinDusapin
cher
children
chronica
cinelatino
cinemaerivoluzione
circulodemadrid
city
compAccademia
compositorivilla
concerto2e2m
concertoambrosini
concertomaras
concertoRAI
concertoterracini
conf
contemp97
contemp99
Corbeau
correvacome
cost
cyp


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1987




CONCERTO SU MUSICA DI
BIZET, DEBUSSY, XENAKIS
Villa Medici, 10 luglio 1987
Evento
Rassegna stampaMusica Georges Bizet (Symphonie en do majeur), Claude Debussy (Nocturnes, Nuages, Fêtes, Sirènes), Iannis Xenakis (Empreintes)
Ensemble Orchestra Sinfonica di Roma della Rai
Direzione orchestra Michel Tabachnik

Uno dei più apprezzati direttori d’orchestra, Michel Tabachnik, dirige l’Orchestra Sinfonica della Rai in quello che innanzitutto vuole essere un omaggio a due dei più celebri vincitori del Prix de Rome, Georges Bizet e Claude Debussy. Del primo viene presentata una partitura rara, scoperta solo nel 1933 presso la biblioteca del Conservatorio di Parigi e composta dal maestro alla giovane età di diciassette anni: nella sinfonia, oltre l’eco dell’influenza del suo insegnante di allora, Charles Gounod, sono già rintracciabili quel dinamismo sonoro e quel carattere solare che segneranno sempre l’opera di Bizet. Di Debussy, malgrado fossero inizialmente in scaletta le Images pour orchestre, viene eseguito il ciclo completo dei Nocturnes, Nuages, Fêtes e Sirènes, partitura altrettanto esemplare del genio espressivo del musicista e della sua travolgente libertà di scrittura. Stesso cambio di programma anche per Xenakis, compositore greco ormai adottato dalla scena francese e americana, tra i più influenti in assoluto nella ricerca musicale contemporanea: il previsto Cendrées pour chœur et orchestre, di enorme complessità nella scrittura con le sue ottanta parti reali, è stato sostituito da Empreintes che, eseguito per la prima volta nel 1975 proprio sotto la direzione di Tabachnik, è una pulita testimonianza della ricerca che il compositore svolse negli Anni Settanta, ovvero la traduzione in termini sonori delle figurazioni naturalistiche.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008