Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




CANTO FERMO INCANTO - B-A-C-H L ARTE DELLA FUGA
cabiria
calambre
callcalmo
cantastorie
cantateinscena
cantico
Cantieri TEMPS D'IMAGES 2009 e Temps d'écoles d'images
cantoesiliato
cantosard
carmen
casa
casadesusDukas
Cassius dex n fx full live set
cavalieri
celluloidflesh
cerv
chaslinDusapin
cher
children
chronica
cinelatino
cinemaerivoluzione
circulodemadrid
city
compAccademia
compositorivilla
concerto2e2m
concertoambrosini
concertomaras
concertoRAI
concertoterracini
conf
contemp97
contemp99
Corbeau
correvacome
cost
cyp


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1994




CANTICO

Giardino del Museo degli Strumenti Musicali,
8 luglio 1994

Evento
Multimedia
Rassegna stampa

Viva la danza italiana
Nuova danza, nuova coreografia, danza d’autore
Dramma in movimento
Compagnia Virgilio Sieni Danza
Coreografia Virgilio Sieni
Interpreti Leone Barilli, Monica Baroni, Fabrizio Favale, Marina Giovannini, Virgilio Sieni, Sarah Siliani
Musica Alexander Balanescu, Gavin Bryars, John Cage, György Ligeti
Scenografia Tiziana Draghi
Costumi Gabriella Ciacci
Disegno luci Paolo Rodighiero
Luci Marco Comuzzi
Foto Piero Tauro
Segreteria Angela Catalano
Amministrazione Roberto Nozzoli
Organizzazione e ufficio stampa Stefania Donnini
Si ringrazia Piergiorgio Rauzzi

Ispirato dalla lettura del Cantico dei cantici di Salomone, in particolare nella traduzione e commento di Guido Cernetti del 1975, Virgilio Sieni crea una coreografia in cui la danza sembra decodificazione e ricodificazione, tramite il linguaggio del corpo, della poesia dalla quale mutua gli elementi costitutivi, dal valore fondante del suono, alla costruzione del senso attraverso il ritmo e le pause. In Cantico, il coreografo elabora un linguaggio personale nel quale la ricerca di una gestualità cristallina, asciutta, ha le sue radici nella religione, nella letteratura, nelle arti figurative. Partendo dal testo di Salomone, Sieni racconta il rapporto fra sacro e profano, misticismo ed erotismo, spiritualità e sensualità, realizzando una coreografia astratta suddivisa in un prismatico quattro tempi.
Sul palcoscenico circondato da pannelli mobili di tela bianca, i danzatori si muovono, secondo un disegno quasi metafisico, attraverso sezioni geometriche di luce - quadrati, cerchi, rettangoli -, tracciando così una trama di azioni mistica quanto pura: l’esaltazione del corpo, asciugato dalle caratteristiche terrigine, immerso in un’aura sacrale, ma non privo di una grande sensualità.
Cantico ha ricevuto nel 1995 il premio “Danza e Danza” come miglior spettacolo dell’anno.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008