Filtra: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z | 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9




babelle
bagouetCourt
balletFla
balletOpera
ballettokhmer
baroccomessiaen
bartok
bato
before
benhur
berio
berlinRep
bio
Boléro Variations
borsistikill
bo-shibari | kawakami | kagyu
boulez.bartok
boulez.derive
boulez.dialogue
boulez.pass
boulez.varese
bris
bussottioperaballet


Home | Lista Eventi

  STAMPA



Cartellone 1997




MUSICHE E DANZE TRADIZIONALI DEL REGNO DI CAMBOGIA
Teatro Sistina, 10, 11 luglio 1997
Evento
Multimedia
Rassegna stampa

Una ballerina per dimenticare Pol Pot OUVERTURE MUSICALE; DANZA DELLE APSARA; DANZA DI BRAMA; DANZA DELL’ENSEMBLE DI TEP MONOROM; RAMAYANA

Ensemble Balletto dell’Accademia Reale Khmer
Maestra di danza Sam Onn Soth
Depositario della tradizione coreografica Chhieng Proeung
Costumi Kim Sieng Lim, Muntha Sim, Samadekchho Sin
Interpreti (danzatori) On Bouth, Siphath Chap, Thyda Chum, Sokhary Doeur, Nala Him, Phoeunnery Hul, Pen Hun, Nika Kang, Kunthea Ken, Bunthom Kim, Solichomnit Ouk, Sok Houn Pen, Sockea Pen, Navin Phan, Sokhannarith Pring, Bun Chan Rana Pum, Siphal Ros, Yaran Ros, Sathya Sam, Pily Sao, Sophea Sek, Say Soeur, Thavarak Soeur, Sakhan Sok, Sokhoeun Sok, Sen Tith, Savay Voan
Interpreti (cantanti) Sopheap Nosey, Theay Em
Interpreti (musicisti) Kong Chum, Pruon Proeung, Soboun Nol, Son Ek, Tat Sum
Durata 80 minuti

Nato con il compito di mantenere in vita la tradizione della danza classica di corte, risalente addirittura al 500-600 dopo Cristo, il Balletto dell’Accademia Reale Khmer ha resistito clandestinamente alla furia distruttrice di Pol Pot ed a partire dal 1993, con il ritorno del re Norodom Sihanouk e di sua figlia, la principessa Bopha Devi, ha recuperato in pieno il proprio patrimonio millenario e l’autorevolezza istituzionale che gli spetta.
Le coreografie sono codificate attraverso una serie antichissima di gesti e la fonte di ispirazione principale rimane il Ramayana, poema epico indiano su cui si basa, in diverse declinazioni (la versione cambogiana è denominata Reamker), gran parte del teatro-danza del sud-est asiatico.
Lo spettacolo in scena al Romaeuropa Festival si apre con una breve Ouverture, seguita da una Danza delle Apsara, le danzatrici celesti che ancora si possono vedere scolpite sul tempio di Angkor Wat; il momento successivo è rappresentato dalla Danza di Brama, un assolo di carattere rituale destinato ad augurare felicità e prosperità alla nazione, mentre per dieci danzatori è concepito il brano successivo, il Tep Monorom, una delle forme più antiche dello stile classico, danzata in occasione di cerimonie solenni o per dare il benvenuto ad un ospite degno.
Il gran finale spetta al Ramayana, con tutta la compagnia in scena a rivivere le leggendarie gesta del principe Rama e di sua moglie Sita.

indice per artisti
indice per eventi
indice edizioni

photogallery


| Altri
Stagione: 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 00 | 01 | 02 | 03 | 04 | 05 | 06 | 07 | 08 | 09 | 10 | 11 | 12
Romaeuropa.net | Newsletter | Privacy | Note Legali | Contatti | Chi siamo | Sponsor e Partner | Credit
Fondazione Romaeuropa P.IVA 03830181008